Dal 1 Novembre è ufficialmente entrato in vigore il divieto settoriale su un tratto dell’autostrada A12 dell’Intall compreso tra il Km 6,35 nella zona di Langkampfen (Kufstein) e il Km 72 nella zona di Ampass (Innsbruck), in entrambe le direzioni.
Il divieto riguarda i mezzi di massa complessiva superiore alle 7,5 ton, che trasportano le seguenti merci: tutti i tipi di rifiuti, pietre, terra, materiale da scavo, tronchi e sughero, veicoli a motore e rimorchi, minerali ferrosi e non ferrosi, acciaio (tranne il tondino e l’acciaio da costruzione da consegnare in cantieri edilizi), marmo e travertino, piastrelle (in ceramica).

 

Per quanto riguarda le esenzioni legate alla categoria ecologica del mezzo, segnaliamo che sulla Gazzetta Ufficiale del Land Tirolo del 1 Novembre scorso è stato pubblicato il decreto governatoriale n.115 che, nel modificare i pertinenti paragrafi del decreto istitutivo della misura n.44 del 18 Maggio 2016, ha introdotto alcune importanti novità:

 

  • per i veicoli euro V (emissione Nox non superiore a 2,0 g/kWh) è stata prevista l’esenzione dal divieto settoriale fino al 30 Aprile 2017 (nuova lettera “e”, art. 4 del decreto 44/2016). La categoria ecologica potrà essere comprovata o con la documentazione di bordo oppure in conformità alla normativa austriaca IG-L (obbligatoria dal 1 Maggio 2017), che prevede l’esposizione di uno specifico contrassegno;
  • per i veicoli euro VI (emissione di Nox non superiore a 0,4 g/kWh) viene confermata l’esenzione dal divieto con l’aggiunta che nella nuova lettera “f”, art. 4 del decreto n.44/2016 (che sostituisce la precedente lettera “e”), non risultano più indicate le scadenze  del 31 marzo 2018 e del 30 giugno 2018; per cui, l’esenzione per i veicoli euro VI non è più soggetta a limitazioni temporali. Anche per questi veicoli, rimane confermato che fino al 30 Aprile 2017 la categoria ecologica potrà dimostrarsi con la documentazione di bordo, mentre dal 1 Maggio 2017 sarà obbligatorio munirsi del contrassegno previsto dalla normativa austriaca IG-L.

 

Rimangono inoltre confermate le esenzioni stabilite per i trasporti con luogo di carico o scarico in una zona principale, e con luogo di carico e scarico in una zona ampliata del Tirolo austriaco. Ricordiamo in proposito che:

 

  • la zona principale comprende i distretti amministrativi di Imst, Innsbruck-Land, Innsbruck-Stadt, Kufstein e Schwaz;
  • la zona ampliata comprende i distretti amministrativi di Kitzbühel, Landeck, Lienz, Reutte e Zell am See in Austria, i distretti di Bad Tölz-Wolfratshausen, Garmisch-Partenkirchen, Miesbach, Rosenheim (compresa la città di Rosenheim) e Traunstein in Germania nonché le comunità comprensoriali della Valle Isarco/Eisacktal, Val Pusteria/Pustertal e Alta Valle Isarco/Wipptal in Italia;

 

Confermata anche l’esenzione per i veicoli diretti/provenienti ai/dai terminal ferroviari di Hall e di Worgl, nelle direzioni previste dal decreto n.44, muniti di apposita documentazione di bordo (prenotazione o ticket ferroviario).