Da lunedì 16 ottobre, ingresso in area C a Milano vietato anche per i veicoli euro 4 non dotati di FAP (filtro antiparticolato).

Stante l’attuale non omologazione da parte del Ministero dei Trasporti dei veicoli dotati di filtro (a differenza di quanto accaduto per i veicoli euro 0, 1, 2 e 3), il Comune di Milano ha previsto la registrazione della targa in presenza di attestazione da parte dell’officina che ha montato il filtro antiparticolato.

Il prossimo sabato 14 ottobre 2017 scadranno inoltre le deroghe al provvedimento in vigore dal 13 febbraio 2017, che riguardavano i veicoli a gasolio per il trasporto cose classificati come «diesel leggeri».

Di seguito alcune modifiche alla disciplina AREA C già previste a febbraio.

Sulla base del provvedimento emesso dalla Giunta, il 16 ottobre 2017 entrerà in vigore il divieto di accesso alla ZTL Area C per i seguenti veicoli:
• per trasporto cose a gasolio euro 4 senza FAP classificati come “Diesel Leggeri”;
• per trasporto persone a gasolio euro 4 registrati in MyAreaC alla categoria “veicoli di
servizio”.

Sono state previste le seguenti eccezioni:
• i veicoli per trasporto cose alimentati a gasolio euro 4 con FAP di serie potranno continuare ad entrare senza nessun obbligo di comunicazione della targa in quanto riconosciuti automaticamente dalle telecamere;
• i veicoli alimentati a gasolio Euro 0,1,2,3 dotati di filtro antiparticolato after-market, che abbiano la classe Euro di adeguamento riportata sulla carta di circolazione pari almeno a Euro 4 potranno continuare ad entrare senza nessun obbligo di comunicazione della targa in quanto riconosciuti automaticamente dalle telecamere;
• i veicoli per trasporto cose alimentati a gasolio euro 4 con FAP installato non di serie, per entrare dovranno comunicare la targa del veicolo con l’apposito modulo disponibile sul sito www.areac.it

Si ricorda inoltre che dal 01 ottobre 2018 entrerà in vigore il divieto di accesso per veicoli:
• alimentati a gasolio Euro IV destinati al trasporto cose classificabili come “Diesel pesanti”.

Dal 01 ottobre 2019 entrerà in vigore il divieto di accesso per i veicoli:
• alimentati a gasolio Euro 0,1,2,3 dotati di filtro antiparticolato after-market, che abbiano la classe Euro di adeguamento riportata sulla carta di circolazione pari almeno a Euro 4, per i veicoli “diesel leggeri”, ed Euro IV per i veicoli “diesel pesanti”.

Dal 01 ottobre 2020 entrerà in vigore il divieto di accesso per veicoli alimentati a gasolio Euro 4 dotati di un filtro antiparticolato after market.
DEROGHE AL DIVIETO DI ACCESSO DALLE ORE 8.00 ALLE ORE 10.00

Proseguirà, fino al 30 settembre 2018, la sperimentazione delle deroghe al divieto di accesso, nella finestra oraria compresa tra le 8.00 e le 10.00 di tutti i giorni da lunedì a venerdì feriali, per le categorie di veicoli di seguito indicate:
• veicoli immatricolati come furgone isotermico o coibentato;
• autofunebri;
• veicoli destinati al trasporto di cose uso di terzi;
• veicoli adibiti a trasporto di merci alimentari deperibili destinate a esercizi pubblici, rivendite o eventi particolari che si trovano all’interno della ZTL, con inizio attività dopo le ore 9:00;
• i veicoli adibiti al trasporto e consegna di bevande presso ristoranti siti all’interno della ZTL che necessitano un approvvigionamento nella prima fascia mattutina;
• veicoli utilizzati da fiorai per l’allestimento di cerimonie ed eventi;
• veicoli adibiti al trasporto di farmaci urgenti;
• veicoli appartenenti alla categoria “veicoli di servizio” registrati nel sistema MyAreaC, destinati al trasporto cose e veicoli speciali intestati ad una impresa attiva iscritta alla Camera di Commercio – Codici ATECORI 2007 sezione D, divisione 35; sezione E, divisione da 36 a 39; Sezione J, divisione 61, nella disponibilità di società di imprese che svolgono attività di installazione, trasformazione, ampliamento e manutenzione degli impianti come specificato dalla Legge 5 marzo 1990, n. 46;
• veicoli appartenenti alla categoria “veicoli di servizio” registrati nel sistema MyAreaC, utilizzati per un intervento non programmabile, all’interno della ZTL, e non procrastinabile in quanto indispensabile a garantire il regolare esercizio di un’attività economica nella fascia oraria d’interesse.

Le modalità di richiesta delle deroghe rimangono invariate. Per maggiori dettagli è possibile consultare il sito www.areac.it