Nella seduta dello scorso 21 settembre la Giunta comunale ha prorogato fino al 30 settembre 2019, la sperimentazione delle deroghe al divieto di accesso, nella finestra oraria compresa tra le 8.00 e le 10.00 di tutti i giorni da lunedì a venerdì feriali, per alcune categorie di veicoli tra cui:
– veicoli immatricolati come furgone isotermico o coibentato;
– veicoli destinati al trasporto di cose uso di terzi;
– veicoli adibiti a trasporto di merci alimentari deperibili destinate a esercizi pubblici, rivendite o eventi particolari che si trovano all’interno della ZTL, con inizio attività dopo le ore 9.00;
– i veicoli adibiti al trasporto e consegna di bevande presso ristoranti siti all’interno della ZTL che necessitano un approvvigionamento nella prima fascia mattutina;
– veicoli adibiti al trasporto di farmaci urgenti.

Il 01 ottobre 2018 è stata confermata l’entrata in vigore del divieto di accesso alla ZTL Area C per i veicoli alimentati a gasolio Euro 4 senza FAP destinati al trasporto cose classificabili come “Diesel Pesanti”.

Nel 2019 diventerà inoltre operativa la nuova Area B, un’area più ampia dell’Area C, che ricopre quasi tutta la superficie del Comune, e che comporterà il divieto di accesso e di circolazione per alcune categorie di veicoli senza prevedere, almeno per il momento, il pagamento di ticket di accesso.

Non potranno entrare in area B i veicoli maggiormente inquinanti dal lunedì al venerdì dalle 7.30 alle 19.30, i veicoli superiori a 12 metri dalle 7.30 alle 19.30 e i veicoli di categoria N e O che trasportano merci pericolose dal lunedì alla domenica, dalle ore 00.00 alle ore 24.00. Le regole di accesso per le classi ambientali diventeranno progressivamente più rigorose nel corso del tempo. Per quanto riguarda i veicoli merci, dal 21 gennaio 2019 non potranno accedere e circolare in area B tutti gli Euro zero a benzina e i diesel da Euro zero a Euro 3 senza Fap, nonché i veicoli pesanti Euro 3 con Fap e con campo V.5 carta circolazione > 0,02 g/kWh oppure senza valore nel campo V.5 carta circolazione e i pesanti Euro 3 con Fap after-market con classe massa particolato inferiore a Euro 4.

Dall’ottobre 2021 entreranno in vigore i divieti di circolazione per veicoli pesanti diesel Euro 4 senza Fap; Euro 3, 4 con Fap di serie e con campo V.5 carta circolazione > 0,01 g/kWh; Euro 4 con Fap di serie e senza valore nel campo V.5 carta circolazione; Euro 0, 1, 2, 3, 4 con Fap after-market installato dopo 31.12.2018 e con classe massa particolato pari almeno a Euro 4.

Da ottobre 2024 non potranno circolare i veicoli pesanti diesel Euro 5 senza Fap; Euro 5 con Fap di serie e con campo V.5 carta circolazione > 0,01 g/kWh oppure senza valore nel campo V.5 carta circolazione; Euro 5 con Fap after-market e con classe massa particolato inferiore a Euro 6.

Da ottobre 2025 inizieranno i divieti per i veicoli merci Euro 3 benzina Euro 6 diesel leggeri A-B-C acquistati dopo 31.12.2018.

Da ottobre 2026 il divieto si estenderà ai veicoli merci Euro 4 benzina e Euro 6 diesel leggeri A-B-C acquistati prima del 31.12.2018. Infine, da ottobre 2016 non potranno circolare i pesanti diesel Euro 5 con Fap di serie e con campo V.5 carta circolazione <= 0,01 g/kWh; i pesanti Euro 5 diesel con Fap after-market e con classe massa particolato pari a Euro 6; i diesel leggeri Euro 6 D_TEMO – D; i diesel pesanti Euro 6.